Il nuovo progetto Europeo ADi KA104 “Basic skills in Adult Education and Training”

Convenzione n. 2020-1-IT02-KA104-077917

Approvato un nuovo progetto ADI per formare il personale che lavora nel campo dell’educazione degli adulti: Erasmus Plus KA104  Basic Skills in Education and Training

Il piano strategico Europeo di ADI

Il progetto approvato si inserisce all’interno di un piano più vasto che ADI sta portando avanti per creare a livello nazionale una rete di cooperazione tra enti che si occupano di educazione degli adulti.
All’interno di tale piano gli obiettivi principali che ADi ha stabilito per i prossimi due anni sono i seguenti:

-offrire negli anni 2020-2021 opportunità di formazione all’estero ai propri associati impegnati nell’educazione degli adulti, grazie alla partecipazione ai convegni e agli incontri formativi organizzati dalla rete EBSN di cui ADI  fa parte. I convegni EBSN sono annuali e vengono sviluppati in cooperazione con i ministeri dei paesi ospitanti. Per il 2020 il convegno sarà interamente on line e le date previste sono 2, 3, 4 e 5 Novembre 2020.

-offrire opportunità di nuove cooperazioni e scambi tra scuole ed enti italiani ed esteri che lavorano in questo campo, in particolare si intendeva implementare almeno una nuova cooperazione con enti stranieri durante gli anni 2020-2021, cosa che di fatto è già avvenuta poichè è stato approvato contemporaneamente un progetto Erasmus KA3 di cui daremo successivamente notizia

creare corsi Moodle da offrire alle scuole ed enti italiani che lavorano nel campo dell’educazione degli adulti, sia creando risorse innovative, sia traducendo i migliori materiali creati all’estero

formare nuovi formatori nel campo dell’educazione degli adulti (almeno 5 nuovi formatori nell’anno 2020 e 5 nuovi formatori nell’anno 2021)

Le aree rilevanti

Tre sono le aree ritenute rilevanti da ADi:
1-L’integrazione di strategie per l’alfabetizzazione linguistica e numerica e digitale;


2-Lo sviluppo di strategie per l’orientamento e il ri-orientamento di giovani e meno giovani (si fornisce il link, a questo proposito, al sito di un progetto europeo sull’orientamento portato avanti da ADi: http://www.adiscuola.it/vip24/);


3-L’implementazione della raccomandazione europea “Upskilling pathways” a partire dal primo step : il rafforzamento delle capacità di autovalutazione degli adulti, per permettere di identificare sia le abilità che già si possiedono sia i bisogni in termini di ulteriore sviluppo di competenze specifiche ( per maggior informazioni sulla raccomandazione si può leggere il seguente articolo

http://adiscuola.it/pubblicazioni/limplementazione-della-raccomandazione-europea-upskilling-pathways-e-le-risorse-disponibili/)

La raccomandazione  consiglia caldamente l’utilizzo di strumenti  che possano servire all’autovalutazione delle competenze di base negli adulti . In Italia, nel mese di dicembre 2017, un accordo firmato dal Governo, dalle Regioni e dalle Province autonome sulle misure attive per la politica del lavoro aveva previsto un’analisi ampliata di tali competenze. L’agenzia nazionale Italiana per le politiche attive del lavoro – ANPAL- ha valutato 3704 candidati utilizzando lo strumento dell’ OCSE “Education and Training Online” http://www.oecd.org/skills/ESonline-assessment/ ( è uno strumento di valutazione online collegato a PIAAC). ADI considera indispensabile diffondere l’utilizzo di tale strumento (disponibile anche in lingua italiana) e renderlo parte integrante del processo di accesso ai programmi formativi e professionali cosi come già avviene in Danimarca e Finlandia

Le attività del progetto

Dieci docenti/educatori/dirigenti associati ADi e/o ricercatori ADi parteciperanno ai convegni annuali EBSN 2020 e 2021, prenderanno contatti con i membri della rete (tra i quali vi sono anche la direttrice del NALA e personale di Fonix), tradurranno materiali relativi al convegno e alle “capacity building series” costruite da EBSN (https://basicskills.eu/capacity-building-series/ ), produrranno risorse che serviranno a costruire i corsi Moodle indicati, le testeranno sui propri discenti e diffonderanno tra i propri colleghi.

Al momento attuale ADi è in fase di rielaborazione e riprogrammazione delle attività previste poiché a causa delle problematiche legate alla pandemia da Covid il progetto inizia il 1 Ottobre 2020, ma le mobilità in presenza dovranno presumibilmente essere spostate all’anno 2021. Tuttavia l’agenzia riconosce le attività formative on line, pertanto associati ADI hanno preso parte al convegno annuale EBSN che si è svolto virtualmente il 2-3-4 Novembre 2020.

In questa fase complicata le agenzie Erasmus permettono anche le mobilità “blended” per cui si può prevedere una prima fase formativa on line, seguita da un incontro in presenza che può essere riprogrammato quando la situazione sarà migliore.

La gestione del progetto

L’attuazione di tutte le mobilità verrà seguita e coordinata dal team di progetto ADI che lavora a stretto contatto con il gruppo direttivo della rete EBSN.
Verrà sottoscritto un accordo di cooperazione ( Memorandum of Understanding ) tra ADi, rete EBSN e i partner ospitanti in modo da stabilire chiaramente contenuti e obiettivi di apprendimento del soggiorno. La qualità degli accordi di cooperazione verrà garantita sia attraverso incontri preliminari on line con tutte le istituzioni interessate ( gruppo di progetto ADi, EBSN, partner ospitante, scuole di provenienza dei docenti associati ADI , partecipanti alle mobilità ) sia attraverso incontri in presenza. Tali incontri, che avverranno prima dell’implementazione delle mobilità, serviranno a mettere in contatto tra loro i diversi enti coinvolti, a discutere i risultati di apprendimento, a proporre sistemazioni alberghiere e logistiche.

Il team di progetto pubblicherà un bando sul sito ADi riservato esclusivamente ai propri associati e preparerà dei corsi di formazione per poterli selezionare, quindi redigerà i contratti, i learning agreements e gli Europass Mobility per i singoli partecipanti alle mobilità.

Il learning agreement conterrà proposte logistiche, risultati di apprendimento e strumenti e metodologie per la loro valutazione, numero di telefono e e-mail di un referente all’estero e di un referente in Italia, un questionario di gradimento in duplice copia da compilare al termine della mobilità, da consegnare sia ad ADi che al responsabile della rete EBSN. I docenti e i dirigenti che non dispongono di un’assicurazione per l’estero stipulata tramite la scuola ( quasi tutti i docenti la possiedono) stipuleranno un’assicurazione per il viaggio prima della partenza

Il monitoraggio del progetto

Monitoraggio e sicurezza durante le mobilità

Ogni gruppo in partenza, sebbene composto da gente adulta, avrà designato al proprio interno un capogruppo. Il capogruppo si terrà in costante contatto con il referente italiano, mentre il referente della rete EBSN si occuperà di qualunque imprevisto possa accadere in loco. Ogni gruppo in partenza avrà l’opportunità di conoscere i propri compagni di viaggio prima della mobilità tramite incontri on line gestiti dal team di progetto, tramite scambi di e mail, tramite pagine FB che verranno aperte appositamente, tramite la creazione di padlet condivisi ( attività in genere gradita ai gruppi) e tramite la formazione pre partenza che verrà creata e gestita da ADi . Durante gli incontri on line verranno revisionati il programma e le informazioni logistiche.

Monitoraggio al rientro dalle mobilità

Al fine di instaurare un circolo virtuoso che permetta di migliorare la qualità delle mobilità durante il progetto, oltre a consegnare sia ad ADi sia al responsabile della rete EBSN il questionario contenuto nel learning agreement, ogni partecipante sosterrà un colloquio al rientro dalla mobilità con il team di progetto ADi allo scopo di mettere in evidenza i punti di forza e le debolezze della mobilità. Si precisa inoltre che ADi mira a costruire un gruppo di docenti/ricercatori in grado di affiancare il gruppo di progetto, pertanto i dieci partecipanti oltre a seguire assieme la formazione pre partenza e i lavori che avranno luogo dopo il loro rientro, si terranno in costante contatto per scambiarsi informazioni opinioni e materiali e costruire assieme i corsi Moodle.

La preparazione dei partecipanti

Tra Novembre e Dicembre  2020 ADi pubblicherà un bando pubblico rivolto ai propri associati contenente i criteri di selezione per partecipare al progetto . Entro Dicembre un corso Moodle preparatorio sarà pronto e potranno iniziare le iscrizioni. L’iscrizione al corso Moodle e il suo completamento e/ o la partecipazione al convegni on line di EBSN saranno resi obbligatori per poter partecipare alla selezione. Il corso Moodle conterrà tre sezioni che raccoglieranno materiali riguardanti gli argomenti di interesse:

1 L’integrazione di strategie per l’alfabetizzazione linguistica e numerica nell’istruzione e formazione professionale;
2 Lo sviluppo di strategie per l’orientamento e il ri-orientamento di giovani e meno giovani;
3 La raccomandazione europea “Upskilling pathways”

I partecipanti produrranno a loro volta materiali e risponderanno a quiz che verranno valutati da esperti ADi. Il corso si avvarrà sia di materiali in lingua italiana sia di materiali in lingua inglese. Il corso dovrà essere completato online dai partecipanti entro aprile 2021. Un breve corso Moodle per il ripasso della lingua inglese potrà essere messo a disposizione dei partecipanti qualora lo richiedessero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *